Zona industriale, 3 - 38027 Malè (TN)
Chiamaci: (+39) 0463 751 716

Oggi, una persona che costruisce o ristruttura casa si trova spesso nel dilemma di come riscaldare l’immobile. Il mercato offre innumerevoli soluzioni e raramente si conoscono gli eventuali vantaggi e svantaggi. Occorre premettere che il fabbisogno energetico delle nuove abitazioni si è notevolmente ridimensionato rispetto al passato; la crisi energetica ed il surriscaldamento globale hanno infatti portato alla consapevolezza di dover applicare nuove soluzioni come l’isolamento termico. Tale soluzione fa si che la potenza calorica necessaria a riscaldare un immobile – anche nei periodi più freddi – venga notevolmente ridotta a pochi KW.

Nell’ottica di progettare un sistema a basso impatto ambientale ed alto rendimento, è necessario porsi anticipatamente alcune domande: Dove si trova l’immobile? Qual’è il suo sistema di isolamento? Che tipo di combustibile è possibile reperire facilmente a basso costo? Quali i costi di installazione e manutenzione dell’impianto? Quale la sua durata? Spesso e volentieri infatti vengono realizzati sistemi di riscaldamento complessi che si rivelano essere sovradimensionati e poco sfruttati.

Gli edifici di recente costruzione necessitano, per essere riscaldati, di un calore graduale, minimo e costante, che crei un comfort abitativo equilibrato. Caminetti e stufe ventilate, generando un surriscaldamento dei locali, rischiano di non essere a tal senso efficienti. Al contrario, le stufe ad irraggiamento risultano particolarmente indicate poichè riescono a mantenere stabile la differenza di temperatura tra soffitto e pavimento, e tra i vari locali dell’immobile.

Contatti